Caffé: prezzo in discesa

di Gianni Commenta

Siamo ancora nel settore delle opzioni binarie legate al mercato delle materie prime e vogliamo parlare delle quotazioni del caffé che sono finite sul piano inclinato in seguito alla diffusione dei dati sulla produzione di questo bene. Ecco un trend sul quale investire. 

Il prezzo del caffé è in discesa e questa tendenza è legata soprattutto alla maggior offerta di prodotto. Basta pensare che per prima volta negli ultimi 9 mesi, sul mercato londinese, il caffé è stato quotato a 1903 dollari per tonnellata. La miscela arabica, invece, a New York, viaggi ai minimi storici da almeno quattro mesi, mediamente una libbra di caffé è pagata 150,60 cents. 

I livelli più bassi che si ricordano nella storia recente risalgono al 2010 e in quell’occasione l’ICE aveva scorta di caffé piuttosto consistente: ben 2,4 milioni di sacchi sa sessanta chili. In America poteva incidere molto la condizione meteo della costa orientale. Invece l’uragano Sandy è passato senza fare danni.

A questo punto la miscela arabica ha iniziato ad essere sempre meno “preziosa” e le quotazioni si sono ridotte di un terzo circa. Tra le materie prime, il caffé, è forse quello che ha avuto la peggiore performance. Adesso che si prevedono raccolti molto buoni, la situazione del prezzo del prodotto non può che “peggiorare”.