Cosa sta succedendo a Seat Pagine Gialle

di Redazione Commenta

Spread the love

Chi opera in borsa, anche soltanto attraverso le opzioni binarie, si sarà accorto che c’è un’azione legata ad una società che adesso rischia il fallimento: Seat Pagine Gialle. Non sono soltanto supposizioni visto che a parlare del problema è stata proprio l’azienda. 

Quello che adesso intende fare la Seat Pagine Gialle, è trovare un accordo, tramite il concordato preventivo, in modo da garantire la continuità aziendale, riducendo l’indebitamento. Una chimera?  Può darsi visto che l’azienda opera in un contesto che è cambiato rispetto al momento in cui ha stabilito il piano industriale e ha definito la ristrutturazione.

Il concordato preventivo, quindi, sembra l’unica strada praticabile. Sarà richiesto al Tribunale di Milano e, almeno per i prossimi giorni, è stato sospeso il pagamento della rata semestrale d’interessi che doveva essere corrisposta entro il 31 gennaio 2013 sui prestiti obbligazionari in essere. Il titolo, chiaramente, ha subito un tracollo in borsa e gli investitori hanno subito evidenziato le carenze strutturali dell’azienda.

Questa situazione di crisi è intimamente collegata al debito accumulato negli anni, anche in relazioni ai maxi dividendi che ha dovuto consegnare nelle mani degli investitori. Entro il 2013, Seat Pagine Gialle dovrebbe rimborsare i creditori con una cifra che si aggira intorno ai 200 milioni di lire, tanto che si parla di nuovo di default.