Manchester United in borsa: che prospettive?

di Redazione Commenta

Spread the love

Si può investire, tramite le opzioni binarie, anche sul mercato borsistico. In genere ci può essere un alto rendimento legato alle scommesse riguardo le new entry del mercato azioniario perché a causa della poco conoscenza della realtà aziendale, c’è incertezza sul comportamento dei titolo.

Oggi vogliamo parlare di una società che presto farà il suo ingresso in borsa e vedere come i suoi proprietari hanno gestito fino a questo momento le finanze, in modo da avere bene chiaro in mente se al debutto il titolo schizzerà alle stelle oppure crollerà incrementando il rosso della società.

Parliamo di una nota squadra di calcio, il Manchester United. La società inglese sarà presto quotata a Wall Street. Oggi sono sotto osservazione tutti i movimenti passati della famiglia Glazer che è proprietaria della squadra di calcio.

Il fatto è che per lanciare un IPO, un’offerta pubblica iniziale, sui titoli del Manchester United, occorre conoscere la situazione finanziaria dell’azienda e quindi mandare tutti i documenti alla Securites Exchange Commission per l’analisi.

Glazer, la moglie e i figli, non controllano soltanto il Manchester United, ma tramite la holding First Allied Corporation, hanno acquistato partecipazioni nell’industria alimentare, nel petrolio, nella finanza e nel gas naturale.

Quando Glazer acquistò la squadra di calcio di Manchester, nel 2005, per 1,47 miliardi di euro, la società uscirà dalla borsa londinese perché fu caricata di molti debiti e i tifosi si lamentarono dell’accaduto anche perché avevano visto aumentare il biglietto dello stadio.

Oggi il Manchester United ha ben 423 milioni di sterline di debiti,nonostante i soldi versati dai Glazer per pagare alcuni prestiti. La domanda a questo punto è: se foste degli investitori, acquistereste a cuor leggero titoli della squadra?