Editoria: Murdoch vuole di FT

di Redazione Commenta

Spread the love

Rupert Murdoch è un magnate nel campo dell’editoria e generalmente se si mette in mente una cosa, la porta a termine. Secondo alcune indiscrezioni del mondo finanziario, sembra aver messo gli occhi sulla realtà editoriale del Financial Times. Cosa potrebbe cambiare nell’economia internazionale e nel modo di raccontarla?Rupert Murdoch è soprannominato “lo squalo” perché grazie al tesoretto che si è costruito negli anni, riesce a fagocitare tutte le aziende che desidera. In questo momento, il magnate australiano, che di per sé ha fondato la News Corp e possiede già il Wall Street Journal, sembra voler aggiungere “alla collezione” anche il Financial Times.

Tutti i maggiori riferimenti finanziari a livello internazionale, sarebbero così nelle sue mani. L’affare è molto sostanzioso visto che si parla di 1,2 miliardi di dollari che dalle tasche di Murdoch andrebbero a finire direttamente ad Abu Dhabi. Qualora il passaggio dovesse avere un esito positivo, si creerebbe nel mondo una cordata di giornali che dall’Australia agli Stati Uniti, passando dall’Europa, sono tutti nelle mani di uno stesso imprenditore.

Il monopolio dell’informazione finanziaria, però, potrebbe non piacere agli analisti e agli investitori preoccupati di non avere più i riferimenti corretti riguardo la vita finanziaria. Intanto, alla fine di giugno, si apprende che Murdoch ha deciso di dividere il suo gruppo: da un lato la News Corp per giornali e riviste e dall’altro una nuova azienda, la “21st Century Fox” per gli studios e le televisioni.