L’euro non è salvo e la crisi non è finita

di Redazione Commenta

Spread the love

Dopo il varo dello scudo salvaspread ci s’interroga sul fatto che la crisi economica, in Europa come in Italia, è ancora al suo culmine. Perché accade questo e perché non siamo sicuri del fatto che la moneta unica sia salva?

A livello economico e macro economico, chi investe in opzioni binarie, sa che un intervento volto a modificare il tradizionale corso di una moneta, un intervento deciso per orientare la politica economica di uno o più paesi, è decisivo.

Di certo non si possono riporre nell’UE tutte le speranze di uscita dalla crisi. Per esempio, è certo che le parole di Draghi al Consiglio della BCE sono state provvidenziali per la riduzione dello spread di Spagna e Italia che hanno chiuso la giornata di contrattazioni con un differenziale a 370 punti l’Italia e a 411 la Spagna.

L’intervento della BCE è comunque apparso limitato e condizionato da troppi fattori per poter parlare di uscita dalla crisi. Secondo molti analisti si tratta ancora di una misura provvisoria. Adesso ci sono almeno due elementi da tenere in considerazione: il primo è che molto dovranno fare gli stati in crisi per salvarsi, il secondo è il punto raggiunto dall’euro.

Le decisioni della BCE, infatti, hanno ottenuto un voto contrario e sembra che questo voto sia quello della Germania, nonostante non ci siano conferme ufficiali.