Fiscal Cliff, come incide

di Gianni Commenta

Il fiscal cliff, espressione con la quale si indica il precipizio fiscale che sta spaventando gli Stati Uniti, è stato in grado di risollevare le borse europee e Milano si è candidata come regina d’Europa nella sessione di scambi di ieri. 

Il pericolo del precipizio fiscale sembra essere stato allontanato e le borse tirano un sorriso di sollievo sapendo che ormai, il ritorno degli USA nel settore degli investimenti, è soltanto questione di tempo. Wall Street si rilassa e il Dow Jones cresce dell’1,65 per cento.

Avanza anche in Nasdaq guadagnando ben 2,21 punti percentuali e segna un +1,98 per cento anche lo S&P 500.  Il fatto che sia stato raggiunto un accordo sul fiscal cliff e in attesa delle decisioni dell’Eurozona sulla Grecia, Milano prende coraggio e il Ftse Mib chiude la giornata con un +3,05%.

Vanno bene in Europa anche Parigi dove il Cac 40 fa registrare un +2,93 per cento, il Ftse 100 di Londra che sale del 2,36 per cento, il Dax di Francoforte che recupera il 2,49 per cento e l’Ibex madrileno che fa registrare un ottimo +2,31 per cento.

L’attesa per la decisione sugli aiuti da fornire alla Grecia entusiasma anche i rendimenti della borsa di Atene che fa registrare un progresso di ben 5,54 punti percentuali.