Fiscal cliff, tutto quello che cambia per l’America

di Gianni Commenta

Il fiscal cliff sta tenendo sotto scacco l’America che alla fine dell’anno potrebbe ritrovarsi con una bella eredità dal 2012: diversi mila euro in più di tasse. In tutta questa faccenda, tra la perdita delle agevolazione e l’aumento delle imposte, saranno penalizzati soprattutto i più poveri.

Chi ha un reddito inferiore ai 10 mila euro subirà un aumento delle tasse superiore al 50 per cento, per l’esattezza il rincaro erariale sarà del 55,2 per cento. In questo caso specifico peserà molto la perdita dei benefici fiscali e per i disoccupati che rientrano nella fascia di reddito menzionata, si prevede anche una riduzione dei sussidi.

La seconda categoria di americani a subire il maggior numero di rincari sono le coppie di pensionati che possono dichiarare un “reddito” compreso tra i 20 mila e i 40 mila euro. Per loro si parla di aumenti pari al 42,4 per cento che vuol dire che ogni coppia pagherà circa 540 euro di tasse in più ogni anno. Paradossalmente i pensionati più ricchi otterranno aumenti percentuali più contenuti.

Sul versante opposto, i “meno penalizzati” sono le coppie con un reddito compreso tra i 20 mila e i 30 mila dollari. Le coppie d’impiegati si vedranno ridotte le quote di assegni famigliari e perderanno lo sconto per la dichiarazione congiunta. Alla fine pagheranno circa 1423 dollari in più, ma il rincaro complessivo sarà del 9,8 per cento.