Il 2013 anno di gloria per gli USA

di Redazione Commenta

Spread the love

Chi investe in opzioni binarie da un po’ sa che ogni previsione, ogni vaticinio, deve essere accompagnato da dati reali che possano provare quello che realmente l’analista vede nel futuro finanziario di un paese. Ecco allora che il dilemma sull’America è sciolto.

Gli Stati Uniti devono adesso risolvere tantissime questioni urgenti. La prima è sicuramente il cosiddetto fiscal cliff che rischia di paralizzare l’attività del Congresso, ma il Presidente Obama deve anche preoccuparsi della recessione del suo paese, delle tasse e della spesa pubblica.

Le sfide sono così importanti e così numerose che diverse persone hanno detto che il futuro prossimo dell’America è decisamente nero. Il 2013, insomma, sarà l’anno che decreta la fine del sogno americano. Non sono dello stesso avviso tutti gli analisti.

Quelli che considerano il 2013 un anno di gloria per l’economia americana, adesso hanno dalla loro parte anche alcuni dati importanti.

Il PIL per esempio che dovrebbe crescere nel 2012 da un minimo di 1,7 punti percentuali ad un massimo di 2 punti. La FED aveva stimato una crescita più corposa del 2,4 per cento ma non è molto importante visto che sono migliorati anche altri indicatori.

Per esempio il tasso di disoccupazione è sceso sotto la soglia dell’8 per cento e quel che più conta è la ripresa della fiducia dei consumatori.