Cina, il cambio di governo e di politica economica

di Gianni Commenta

In questi giorni il mondo sta attraversando due momenti politici molto importanti che sono la scelta del nuovo presidente degli Stati Uniti e il cambio di governo in Cina. In base ai nuovi leader ci sarà una politica economica e monetaria differente. 

La Cina e gli States stanno per scegliere i nuovi leader. In America la lotta è tra Obama, il presidente uscente e Romney che dapprima ha collezionato una serie di gaffe per poi lanciarsi decisamente alla rincorsa dello sfidante. Le borse o meglio, gli investitori, non hanno ancora dato un’interpretazione univoca per presidenziali americane.

Di certo Obama deve fare i conti con un incremento del tasso di disoccupazione che di recente è stato accompagnato da una valutazione positiva riguardo le iscrizioni alle liste di collocamento.

Per quanto riguarda la Cina, invece, il mercato valutario è in attesa di conoscere il nuovo leader che sarà scelto alla fine del Diciottesimo Congresso nazionale del Partito comunista cinese. La lotta è ristretta a due pretendenti: il vice presidente della Repubblica popolare cinese, Xi Jinping e Li Kequinag che attualmente è il Primo ministro del Consiglio di Stato.

Sicuramente la Cina deve far fronte ad un rallentamento nella crescita e la speranza, dicono gli investitori, è che ci sia un nuovo taglio dei tassi. Sono queste le informazioni utili a chi investe in opzioni binarie per scommettere sull’andamento di Wall Street o delle borse asiatiche.