Supermoneta per salvare il debito USA

di Gianni Commenta

Obama si trova a fare i conti con una situazione economica disastrosa, o meglio appena al di fuori del rischio fiscal cliff ma secondo gli analisti e secondo la FED, tutti gli sforzi compiuti non bastano a salvare gli Stati Uniti e questo è soltanto il primo passo. 

Barack Obama, adesso, ha davvero gli strumenti contati per dare una risposta seria ai cittadini, agli economisti e agli investitori. Gli Stati Uniti sono valutati sul ciglio del default e le soluzioni visibili all’orizzonte sono soltanto due, di cui una potrebbe essere alquanto sconveniente.

Lavorare sul tetto del debito è la prima soluzione. Il fatto che ci sia un limite massimo, in realtà è di per sé un problema perché vincola le attività del Congresso, anche le più semplici come potrebbero essere la definizione delle imposte e la classificazione delle spese. Il bilancio spesso è in deficit e il Congresso ha l’autorità per negare al Presidente la richiesta di un prestito. I Repubblicani vogliono minacciare quindi Obama toccando proprio questo suo punto debole, ma un nuovo stallo potrebbe non essere proficuo per la ripresa economica.

La seconda soluzione all’orizzonte sembrerà anche stupida ma forse è più praticabile della precedente. L’America potrebbe coniare una moneta di platino da 1000 miliardi di dollari e poi depositarla presso la FED. Con questa moneta il Tesoro avrebbe i soldi necessari per coprire tutte le manovre economiche.