Forex: il crollo della rupia

di Gianni Commenta

Il mercato valutario è quello più semplice per chi per la prima volta si avvicina al mondo delle opzioni binarie. In fondo si tratta solo di capire se una valuta aumenterà il suo valore in un certo lasso di tempo o se al contrario va incontro da un periodo di svalutazione. Il mercato del Forex, è tanto semplice quanto remunerativo, a patto d’individuare in anticipo il trend del mercato o di una certa moneta. Per esempio, il perdurare della situazione di recessione economica nel Vecchio Continente, unita alla decisione della BCE di tenere bassi i tassi, ha rafforzato l’euro anche durante la crisi.

Diverso è il caso della rupia, la moneta indiana, che è arrivata ai valori minimi rispetto al dollaro, proprio nel periodo in cui  la borsa di Mumbai ha subito un crollo verticale degli scambi. Analizzare quello che succede in India serve ad avere un quadro più chiaro di come vanno le cose nei paesi BRICS.

La borsa di Mumbai ha perso il 3 per cento del suo valore in queste ultime settimane e la rupia indiana è arrivata ai minimi storici rispetto al dollaro. A determinare questi movimenti ci sarebbero state le decisioni della FED che con l’annuncio di riduzione anticipata degli stimoli monetari ha ottenuto ripercussioni negative sul mercato locale indiano.