Forex: qualcuno cerca di spodestare il dollaro

di Redazione Commenta

Spread the love

Molti analisti e molti commentatori finanziari aspettano di assistere al crollo del dollaro e questa fervida attesa è dettata dal fatto che la moneta americana, anche dopo la politica monetaria espansiva della Fed, ha consolidato il suo potere mettendo a rischio l’economia globale.

Oggi, questo potere assunto dal dollaro può mettere in pericolo l’economia globale? Sicuramente l’operato della Fed è stato provvidenziale perché ha assolto le funzioni di stimolo al settore delle esportazioni, ma l’espansione monetaria, in molti casi, può determinare l’incremento della politica protezionistica. Tutti i fautori dell’economia del libero scambio, di fronte a questa situazione, hanno storto il naso, ma in ogni caso lo strapotere del dollaro non sembra a rischio.

Anche perché la moneta americana è usata come valuta di riserva ed è importante per i traffici commerciali. Basta pensare che tutte le commodities più importanti nel mondo sono scambiate in dollari, e tante, forse la maggior parte delle merci che sono scambiate nel mondo, sono prodotte negli Stati Uniti. Il sistema economico globale, dunque, è fondato sul dollaro e consente alla Federal Reserve di esportare all’estero buona parte dell’inflazione. Intanto il governo americano si occupa di gestire una quantità enorme di deficit.

L’unica valuta a poter competere con quella americana, è la cinese che in accordo con le altre del Brics può provare a superare il dollaro ma l’impresa è impegnativa e al momento non ci sono le risorse.