Materie prime: difficile ma non impossibile investire bene

di Redazione Commenta

Spread the love

Chi investe in opzioni binarie ha sicuramente interesse a far fruttare i risparmi, anticipando i trend del mercato e provando, con gli elementi minimi, ha fare delle previsioni realistiche. 

Dopo il ForEX, un altro mercato molto interessante è quello delle materie prime dove si concentrano anche gli scambi tra i metalli preziosi. Da tenere sotto controllo per i prezzi e per una questione di accuratezza dell’analisi, sono i paesi emergenti con la loro disponibilità ad acquistare commodities. 

In genere si pensa sempre all’oro ma ci sono dei bei movimenti anche per argento, platino e palladio.

Sicuramente si tratta di un periodo molto difficile per il rame. Secondo gli analisti il suo prezzo scenderà dai 7970 dollari la tonnellata di quest’anno fino ai 7775 dollari per il 2014. Il calo della produzione di rame nelle miniere è comunque al 6,7 per cento e si lega al ribasso della domanda.

Sale, a differenza del rame, il prezzo del nickel che dovrebbe portarsi, nel 2013 fino a 21770 dollari che rappresenterebbero una crescita del 22 per cento. Un trend che potrebbe protarsi anche nel 2014.

Perde il suo appeal d’un tempo, l’argento, per via della scarsa domanda di gioielli e argenteria che si lega ad un’elevato livello della produzione. Il prezzo dell’argento è destinato a scendere.