Opzioni binarie: tre notizie sull’Italia

di Redazione Commenta

Spread the love

Cari investitori, volete davvero portare denaro in Italia? Allora è bene che sappiate che per tante questioni relative al nostro paese le chiacchiere hanno fatto più della realtà. Eppure ci sono almeno tre cose sulle quali vale la pena riflettere.

La prima è sicuramente il debito pubblico che è stato reso noto dall’ultimo bollettino della Banca d’Italia. Il nostro paese ha superato la soglia psicologica dei 2000 miliardi di euro, visto che il debito è cresciuto fino a 2022,7 miliardi. La situazione è peggiorata negli ultimi due anni e anche il trend delineato tra gennaio e marzo, conferma che la situazione è in via di peggioramento. L’aumento del debito si deve alle esigenze di spesa dell’amministrazione centrale e alla partecipazione dell’Italia ai programmi di sostegno ai paesi dell’UE in difficoltà.

La seconda notizia importate riguarda Piazza Affari che, dopo la richiesta di Mario Monti di essere più flessibili verso il nostro paese, una richiesta sostenuta anche da Angela Merkel, ha chiuso le contrattazioni con un rosso dello 0,43 per cento. Il Ftse Mib, infatti, ha aperto in rialzo ed ha chiuso in negativo.

Qualche dato positivo? Sì, ci sono anche quelli: il primo riguarda la situazione di una delle banche più importanti d’Italia che ha rivisto al ribasso le stime di crescita nel 2012, Unicredit, ma ha anche consegnato un dividendo di 9 centesimi per azione. L’altra notizia positiva è su Moleskine che sarà la prima azienda a debuttare a Piazza Affari nel 2013. Le sue azioni potranno essere prenotate dal 18 al 27 marzo e costeranno tra i 2 e i 2,65 euro.