Svizzera: rischio bolla immobiliare

di Redazione Commenta

Spread the love

l mercato immobiliare è sicuramente uno dei settori maggiormente in evidenza nell’analisi della realtà economica di un paese. Se il mercato immobiliare è in crisi, ci saranno dei guai anche dal punto di vista finanziario. 

Ecco perché si fa molta attenzione a quello che succede e a come cambia il panorama edilizio nei singoli paesi. Di recente è stato messo sotto la lente d’ingrandimento il panorama elvetico. In Svizzera, infatti, in base all’indice della bolla immobiliare di UBS, sembra che il rischio di avere un dissesto economico partendo proprio dal comparto immobiliare, è molto alto.

L’indice è diventato allarmante soprattutto nei primi tre mesi dell’anno quando è salito dallo 0,06 delle fine del 2012 fino a 1,17 punti del primo trimestre 2013. Secondo UBS si configura una situazione di rischio soprattutto con i valori dell’indice che superano l’1. Nel terzo trimestre del 2012 la soglia era già stata superata per la prima volta, dopo la bolla immobiliare degli anni Novanta. Per questo un primo allarme si era già avuto.

UBS fa notare anche che l’incremento è stato comunque più lieve rispetto alla media degli ultimi trimestri, in cui l’indice era salito di 0,11 punti dal 2009. Il rischio di correzione è salito ancora. I motivi per pensare che ci sarà una crisi sono comunque tanti, basta pensare alla situazione dei crediti ipotecari.