UE: basta fondi per l’Italia

di Redazione Commenta

Spread the love

L’Europa, proprio perché l’economia si sta riprendendo lentamente, ha deciso di chiudere i rubinetti ed è disposta, almeno rispetto al nostro paese, ad erogare soltanto fondi finalizzati alla realizzazione di progetti di una certa caratura. A dirlo è Johannes Hahn.

Il Commissario europeo alle Politiche Regionali, Johannes Hahn, è stato di recente intervistato dall’Ansa e, rispetto alle condizioni del nostro paese, ha detto di essere disposto alla massima flessibilità ma devono essere stoppati i fondi a pioggia per l’Italia.

Al nostro paese, finora, l’Europa ha elargito diversi milioni di euro, ma una parte di queste risorse è stata usata per il finanziamento di eventi che non hanno mutato l’economia del Belpaese. Per esempio sono stati usati per pagare una parte delle spese del concerto di Elton John. Adesso, invece, è necessario pianificare con maggiore scrupolo l’erogazione di fondi e si dovrà giungere ad una conclusione entro il 30 settembre.

L’Italia deve dimostrare di voler puntare tutto su alcune vie prioritarie di sviluppo, destinando a queste il maggior numero di risorse. Insomma, basta soldi per concerti o anche per il completamento dei lavori della Salerno-Reggio Calabria, uno dei tanti cantieri infiniti d’Italia.

Adesso bisogna puntare su progetti come la Tecnopoli dell’Emilia Romagna, come il piano di sviluppo urbano integrato della Toscana, o come la promozione delle energie rinnovabili in Puglia.