TCL: Blackberry cambia strategia

di Redazione Commenta

Spread the love

Il gruppo canadese che produce il famoso smartphone Blackberry, è stato messo al tappeto dalla concorrenza e la crisi delle vendite, nell’ultimo anno, gli ha dato il colpo di grazia. Ecco allora che il management ha pensato di cambiare strategia. 

Il gruppo Blackberry, adesso, non può che ammettere che sta attraversando un periodo economicamente e finanziariamente difficile ma non si dà per vinto ed ha in serbo almeno quattro soluzioni per superare questo momento d’incertezza. Le cosiddette “alternative strategiche” per uscire dalla crisi, prendono spunto dalla situazione del mercato.

Il crollo delle vendite è soltanto uno dei tanti aspetti da mettere nel computo della cause della difficoltà dell’azienda. Bisogna anche palare di quello che hanno saputo fare “meglio” le altre aziende concorrenti come Samsung ed Apple.

Le soluzioni da considerare in questo momento, dunque, sono almeno quattro: la prima risiede nella costituzione di una join venture che servirebbe a convogliare in un’unica “struttura” gli aiuti economici all’azienda.

In alternativa si potrebbe smembrare l’azienda e fare in modo che ogni unità di business prosegua nella sua strada, evitando che la crisi di un settore coinvolga tutti gli altri rami d’azienda.

La terza soluzione è nella cessione completa dell’azienda e del knowhow accumulato in questi anni. Oppure, come quarta ipotesi ci potrebbe essere l’uscita dal mercato, l’abbandono di Wall Street.