Quotazioni oro: la volatilità continua

di Redazione Commenta

Spread the love

Le quotazioni dell’oro sono ancora caratterizzate dalla volatilità e non riescono davvero ad imporsi come avevano sperano molti analisti d’impronta rialzista. Quindi chi investe in opzioni binarie deve tener conto delle previsioni ma anche delle ultime tendenze.

Le quotazioni dell’oro dovevano essere in aumento, in costante aumento, invece sembrano fare due passi avanti ed uno indietro e si è sempre al punto di partenza o poco, pochissimo più in là. Il che vuol dire che bisogna essere cauti nell’investimento e magari preferire le opzioni binarie che vi permettono di scommettere su un range di “atterraggio”.

Facciamo l’esempio di ieri: le quotazioni dell’oro sul mercato di Londra al primo Fixing, erano in rialzo fino a quota 1,613 dollari. Poi però sono rientrate fino al 1.611, in pratica soltanto un dollaro in più di quello che registrava l’oro lunedì.

A New York, invece, i futures hanno chiuso addirittura con un lieve ribasso. A livello di opzioni binarie, dunque, per scommettere sulle quotazioni dell’oro, dovete affidarvi alle opzioni touch o alle boundary.

Le prime sono quelle che pagano l’investitore nel momento in cui le quotazioni non toccano le soglie in rialzo o in ribasso. Le seconde, le opzioni boundary, invece, pagano quando si riesce a prevedere che una quotazione o il mercato di un certo bene, finisca le contrattazioni entro un certo “range”.