Volkswagen: una realtà da considerare

di Redazione Commenta

Spread the love

Chi investe in opzioni binarie, in genere, ha la possibilità di fare incursioni in borsa scommettendo piccole cifre, senza rischiare molto denaro ed ottenendo rendimenti decisamente elevati. Ecco un titolo ed una società su cui si può puntare qualcosa. 

In questi ultimi mesi il panorama produttivo del Vecchio Continente è stato gelato dalla crisi ma da tempo si parla del passo indietro fatto dall’industria automobilistica. Eppure non tutti i gruppi sono in condizioni così brutte da perdere liquidità e livello nelle quotazioni.

Facciamo l’esempio di Volkswagen che entro il 2018 – ma anche prima se il sistema lo consente – ambisce a diventare il maggior produttore di vetture del mondo. I suoi conti sono apposto ma quel che la differenzia dal resto dei competitors, vedi Peugeot, Citroen, Opel o Fiat, è la capacità acquisita negli anni di risparmiare.

Oggi dunque, Volkswagen si trova a poter investire un bel po’ di liquidità, circa 50,2 miliardi di euro da destinare alla divisione automotive. L’obiettivo è lo sviluppo di nuovi modelli ma anche l’apertura di nuove fabbriche.

I soldi saranno usati per i 12 marchi che fanno parte del gruppo ma non per le join venture cinesi dove le spese saranno contenute in 1o miliardi di euro. I nuovi stabilimenti saranno costruiti infatti in Russia ma anche in Cina e in Messico.