Italia: allarme per la caduta del governo

di Gianni Commenta

Il nostro paese, in questo momento, gode della fiducia degli investitori internazionali. Nonostante il processo Mediaset e le discussioni sull’IMU, infatti, il governo non è in pericolo e la Borsa dimostra di essere stabile. Eppure, la CGIA lancia l’allarme. La CGIA di Mestre spiega che la caduta del governo potrebbe non avere soltanto delle conseguenze politiche ma essere davvero incredibile per quanto riguarda la finanza del nostro paese. I cittadini, prima di tutti gli altri, ne pagherebbero le conseguenze.

La CGIA è l’associazione di artigiani di Mentre che di recente è intervenuta nel dibattito sull’attività di governo. Sembra infatti che entro la fine dell’estate, per fare in modo che l’Italia abbia una chance, sarà necessario regolare l’applicazione di tre imposte: sciogliere le riserve sull’IMU, decidere il da farsi sull’IVA, capire come far evolvere i pagamenti della TARES.

La conseguenze economiche di una caduta del governo, come anticipato, sarebbero sentite soprattutto dagli italiani che si troverebbero a pagare ancora 7 miliardi di tasse in più. Uno scenario di questo tipo accadrebbe nel caso in cui Letta si dimettesse da primo ministro.

Anche soltanto per scongiurare l’ipotesi di un rincaro delle imposte, i cittadini e la politica, stanno lavorando al consolidamento delle basi. Si tratta di un’impresa possibile?