L’Italia uscirà dalla crisi ad aprile

di Redazione Commenta

Spread the love

La crisi è diventata un argomento permanente nelle cronache dei maggiori quotidiani mondiali ed italiani in particolare e quindi, per ridonare fiducia all’elettorato e ai cittadini, è stato provvidenziale l’intervento di Vittorio Grilli, il ministro dell’Economia del gabinetto Monti. 

Vittorio Grilli era presente alla Commissione Affari economici e finanziari del Parlamento europeo a Bruxelles per parlare del nostro paese, della situazione dei conti tricolore, del percorso intrapreso con Monti. L’Italia avrebbe infatti avviato delle riforme strutturali, riformando il sistema pensionistico e il mercato del lavoro.

Insomma, quel che il ministro dell’Economia ci teneva a dire è che l’Italia sta cambiando e questa svolta tanto annunciata è molto interessante da seguire, soprattutto se i vostri interessi sono rivolti al mondo delle opzioni binarie. L’Italia, è chiaro, ha bisogno di riforme profonde, le uniche in grado di allontanare lo spettro della recessione nel 2013.

Quest’anno, ma quando? Grilli è ancora più ottimista di Bankitalia che di recente ha messo in discussione perfino i contenuti del Bollettino mensile della BCE. La fase di recessione dovrebbe concludersi entro il primo trimestre. Ad aprile si potrebbero avere dei grossi segnali di miglioramento, primo tra tutti un’anticipazione del pareggio di bilancio.

Una manovra correttiva è nell’aria, ma persistono delle carenze strutturali.