Italia: recupero solo nel 2036

di Redazione Commenta

Spread the love

Attenzione! La stima fatta da Confcommercio non dice che il recupero dell’economia italiana ci sarà soltanto nel 2036 ma che il potere d’acquisto scalfito dal perdurare della crisi, tornerà ai vecchi fasti soltanto nel 2036. Entriamo nel dettaglio. 

Il rapporto offerto dalla Confcommercio è inquietante per quel che riguarda l’economia italiana che dovrebbe riprendere a crescere soltanto nel 2014. In realtà, affinché i cittadini recuperino il potere d’acquisto pre-crisi, ci sarà d’aspettare molto di più, almeno fino al 2036.

Lo zoom è sulla situazione delle piccole e medie imprese ma è vero che si può fare un discorso analogo anche per i cittadini. In pratica, le imprese italiane, lavorano sei mesi l’anno soltanto per pagare le tasse. Il dato ufficiale è che per 162 giorni lavorativi in un anno, i soldi derivanti dal lavoro dovrebbero essere accantonati per pagare le imposte.

E’ chiaro che in uno scenario di questo tipo i consumi non possono che scendere e il governo, non dicendo nulla a proposito dell’aumento IVA, ovvero non stoppando l’aumento dell’imposta sul valore aggiunto, aggraverà la situazione visto che ogni nucleo sarà chiamato a pagare almeno 200 euro in più all’anno.

La crescita riprenderà dunque, soltanto l’anno prossimo ma sarà più bassa del previsto visto che in due anni il progresso sarà soltanto dell’1,9 per cento. Il recupero del potere d’acquisto pre-crisi, invece, arriverà soltanto nel 2036.