Luxottica: declino o investimento?

di Redazione Commenta

Spread the love

Ogni volta che avviene la cessione di un ramo d’azienda oppure ogni volta che si avvia la ricapitalizzazione di una società, c’è sempre da valutare “come andranno a finire queste operazioni. Facciamo un esempio con quel che sta succedendo a Luxottica

Tramite Delfin, la società controllata dal fondatore di Luxottica, Leonardo del Vecchio, si sta per intraprendere la cessione di 33 milioni di azioni ordinarie dell’azienda che rappresentano insieme il 7 per cento del capitale. Questa strategia verrà attuata tramite un accelerated bookbuilding offering che è dedicato in via esclusiva agli investitori istituzionali.

L’investimento inizia subito e Luxottica ha deciso di chiudere il collocamento in ogni momento. Delfin, intanto, ricordiamolo, ha già il 66,4 per cento di Luxottica. Qualcuno teme che questa strategia finanziaria intacchi il valore reale dell’azienda che potrebbe infatti perdere di vista la produzione a favore degli scambi di mercato.

Una malizia, questa suggerita, di cui gli investitori in opzioni binarie devono tener conto per individuare in tempi rapidi il trend del titolo.

Per quanto riguarda il prezzo di vendita delle azioni e il numero di azioni che saranno vendute, spiega Luxottica, si terrà conto degli ordini ricevuti. Si spera che gli investitori che hanno manifestato interesse per l’azienda negli ultimi anni, possono in effetti confermare l’apprezzamento per i successi di Luxottica.