Opzioni binarie, come difendersi dalle truffe

di Valentina Cervelli Commenta

Come difendersi dalle truffe nel campo delle opzioni binarie e del trading? L’ESMA ha dato un duro colpo a tutti gli interlocutori non in regola sul territorio europeo vietando il commercio retail, ma come regolarsi in generale?

Va sottolineato che nel momento in cui si fa del trading online, soprattutto per ciò che concerne il Forex, i rischi sono differenti e variegati per un potenziale investitore: si possono raccogliere informazioni sbagliate, accettare offerte troppo vantaggiose che nascondono l’inganno e cadere nelle mani di intermediari illegali. E’ soprattutto per questo ultimo motivo che devono essere selezionate con cura le piattaforme di trading online: solo in questo modo ci si può salvare da eventuali danni.

E lo ripetiamo, se nel caso delle opzioni binarie può sembrare limitante, “scommettere” utilizzando un intermediario sottoposto a vigilanza e operante secondo le direttive europee, dall’altra parte si può in questo modo ottenere del profitto certo e non frutto di illegalità o essere truffati.  Le opzioni binarie sono state riconosciute come strumento finanziario nel 2010, e sono state riconosciute come gioco non d’azzardo con la direttiva MiFID (2004/39/EC). Se si vuole essere sicuri della propria piattaforma, si possono richiedere informazioni alla CySEC e CONSOB consultando direttamente online sui loro siti l’Albo delle imprese registrate.

Si dovrebbe trattare di un passaggio obbligato prima di agire sulle opzioni binarie e sul trading online in generale, rimanendo comunque con i piedi per terra all’atto della scelta del trader: mai fidarsi di offerte che sembrano troppo belle per essere vere e ricercare sempre piattaforme che diano la possibilità di imparare.