Opzioni binarie: riapre il caso Parmalat

di Redazione Commenta

Spread the love

Il caso Parmalat è importante ed è stato recentemente riaperto dal tribunale di Parma che ritiene che una serie di acquisizioni, dannose per l’azienda, siano state fatte con coscienza del danno finanziario subito.

A riaprire il caso Parmalat ci ha pensato il tribunale di Parma che ha deciso di mettere le mani sui conti dell’azienda che adesso è detenuta all’83 per cento dalla Lactalis, un’azienda francese. Il tribunale ha dunque nominato un commissario ad acta che avrà due compiti: quello di ispezionare i conti dell’azienda e quello di supervisionare le attività Parmalat rimuovendo il collegio sindacale che era attivo all’epoca dell’acquisizione di Lactalis American Group.

Un’operazione giudiziaria in grande stile che fino a questo momento non si era mai vista.

Il tribunale, però, ha il sospetto fondato che l’acquisizione di Lactalis American Group, sia stata dannosa per l’azienda ma che i possibili danni finanziari fossero conosciuti da chi ha portato a termine lo pseudo affare. Insomma un’acquisizione programmaticamente dannosa.

I soldi in ballo in questa acquisizione sono stati tanti. In particolare si parla di 950 milioni di dollari, pari a 730 milioni di euro che Parmalat avrebbe pagato per Lag. Il commissario dorà indagare dunque sui conti dell’azienda ma si ribadisce che il Cda Parmalat conserva i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione.