Movimenti in corso per euro, sterlina e dollaro americano

di Gianni Commenta

Il 15 gennaio è una data molto importante per il mercato valutario visto che gli appuntamenti in programma potrebbero mettere sull’ottovolante l’euro, ma anche la sterlina e il dollaro americano. Quali sono i market mover di giornata?

Per prima cosa bisogna considerare la pubblicazione dei prezzi al consumo in Germania che possono incidere sulla moneta unica del Vecchio Continente. Gli analisti non ritengono che questa pubblicazione abbia un impatto determinante ma il dato inflazionistico che se ne ricava potrebbe al contrario avere un valore interessante. Nella versione finale dell’indice, comunque, non di dovrebbero essere variazioni e si dovrebbe rispettare la versione preliminare con l’indice allo 0,9%.

Due gli appuntamenti per la sterlina: l’indice dei prezzi al consumo e Mervyn King alla commissione parlamentare. L’indice dei prezzi al consumo dovrebbe assestarsi sul 2,7 per cento che è in linea con la rilevazione precedente. Gli analisti ricordano che al superamento della soglia del 3 per cento al rialzo e dell’1 per cento al ribasso, la la Bank of England rilascia una lettera sull’inflazione.

L’attuale presidente della BoE è atteso in commissione parlamentare del tesoro e potrebbe innestare un movimento di forte volatilità nel mercato valutario. I due eventi importanti per il dollaro sono la pubblicazione dei dati sulle vendite al dettaglio degli Stati Uniti e la pubblicazione dei prezzi di produzione. Nel primo caso si tratta di un documento in versione core, nel secondo caso occorre spiegare che un valore più alto della media può avere un effetto rialzista sul dollaro.