Opzioni binarie: spread a 100 punti per l’Italia?

di Gianni Commenta

 

Il differenziale tra bund e BTp è ancora troppo alto e il peso che sta pagando l’Italia per questa situazione è un po’ troppo elevato. Saccomanni, di Bankitalia, dice che sarebbe giusto avere uno spread a 100 punti.

Il direttore generale di Bankitalia, al margine degli incontri di primavera del Fondo Monetario internazionale, ha approfondito la questione dello spread italiano. Il differenziale è considerato troppo elevato per un paese che sta tentando di uscire dalla crisi e non premia certamente gli investitori che hanno creduto nel nostro paese.

Secondo Saccomanni una soluzione alla crisi e allo spread elevato ci sarebbe, anche perché il differenziale, per essere davvero “equo”, dovrebbe fermarsi a 100 punti. La soluzione alla crisi passa dalla sinergia tra governo, imprese e banche. Il governo dovrebbe fare le riforme strutturali utili a rimettere in piedi l’economia del paese, le banche dovrebbero sostenere economicamente le imprese in cerca di finanziamenti, le imprese dovrebbero non fermarsi alle banche e cercare di diversificare la produzione andando anche ad investire all’estero.

La situazione economica, insomma, va affrontata in modo sinergico da tutti gli attori. Anche perché a farne le spese ci sono soprattutto i cittadini.