Spread: le previsioni di Citigroup

di Redazione Commenta

Spread the love

Scommettere con le opzioni binarie vuol dire guardarsi intorno scegliendo le direttive più remunerative. In genere per cominciare e per facilità d’interpretazione, s’inizia con il forex ma anche gli indicatori come lo spread hanno un certo appeal.

La parola spread che generalmente indica un gap tra due indici, è da considerare la parola d’ordine del 2012, almeno in Europa e in Italia. Per far capire il rating del nostro paese, infatti, ci si è confrontati con la migliore della classe che è la Germania. Ogni volta che l’Italia ha visto acuirsi l’instabilità politica, è cresciuto lo spread.

Insomma in un singolo indicatore potrebbe essere riassunta la reputation del momento. Lo spread è talmente importante che le banche d’affari fanno delle previsioni ad hoc. L’ultima ad intervenire sull’argomento è stata la banca d’affari americana Citigroup che ha spiegato che nei prossimi mesi ci sarà tensione sul versante europeo nonostante l’avversione al rischio sia strategicamente preferita dagli investitori che operano nel Vecchio Continente.

Citigroup, nel dettaglio, dice che ci saranno tensioni tra i bond e gli altri titoli dei paesi periferici. Per quanto riguarda il nostro paese ci potrebbe essere un nuovo innalzamento dello spread tra bund e BTp che arriverà presto a 275 punti e ci resterà per un lungo periodo di tempo. La Fed e il discorso di Bernanke sono stati altrettanto incidenti sulle borse ma non hanno ancora colpito al cuore i titoli di stato dei paesi periferici come l’Italia e la Spagna.