Bloccate le esportazioni, aumentano i prezzi

di Gianni Commenta

Le opzioni binarie seguono l’andamento del mercato che spesso gira in base alle scelte di politica economica e alle opportunità finanziarie colte dagli investitori. Ecco quel che è successo al mercato dello stagno

Facciamo una piccola premessa: siamo nel settore delle materie prime. Ne abbiamo parlato più volte, in relazione sia all’andamento del prezzo dell’oro o del petrolio, sia in relazione alle oscillazioni delle quotazioni di mais, soia e tanti altri prodotti agricoli. 

Oggi prendiamo in esame quel che è accaduto al mercato del rame dove è stata una decisione congiunta dei produttori indonesiani a determinare un’inversione di tendenza nell’andamento dei prezzi. Tutto è iniziato il 7 agosto scorso.

La società indonesiana Pt Timah ha spiegato di aver sospeso le forniture spot perché i prezzi dello stagno avevano raggiunto livelli troppo bassi. Le forniture spot, nonostante quello che la definizione suggerisce, rappresentano il 30-40 per cento del totale.

A quel punto, il metallo, al London Metal Exchange ha raggiunto quota 20.320 dollari per tonnellata al settlement. Un livello del genere non si vedeva da almeno tre mesi. Il recupero è stato repentino ed interessante, pari al 15 per cento.

Ha dato la possibilità di puntare sul rialzo delle quotazioni considerando però che non sarebbe stato infinito, poiché le aziende hanno sempre garantito le forniture di lungo periodo. A livello di opzioni binarie si poteva provare ad acquistarne alcune up legate al prezzo dello stagno e poi incrementare i guadagni puntando anche sul range d’atterraggio o sul limite di quotazioni.