FMI: il percorso UE è ancora lungo

di Redazione Commenta

Spread the love

E’ un momento di grande incertezza politica in Italia e arrivano moniti da più parti del mondo per invitare il nostro paese e l’Europa in generale a ricompattarsi evitando il crollo delle borse. 

L’Italia non ha ancora costituito il Governo e sembra che la situazione sia abbastanza squilibrata con l’impossibilità, a meno di accordi plateali, di un Governo di larghe intese. Il problema è che l’incertezza politica che dura nel tempo riesce a mettere le zavorre alla borsa.

Piazza Affari, nel periodo post elettorale, appena 10 giorni, ha perso ben 17 miliardi di euro e dopo un breve sussulto in terreno positivo, è di nuovo sprofondata nel rosso. In questo modo lo spread ha fatto il suo gioco: è cresciuto mentre si attende di conoscere la composizione del nuovo governo.

Un impasse su cui interviene il FMI chiedendo all’Europa di consolidare l’unità bancaria, in modo che le azioni pensate dalla BCE, per esempio l’allentamento della pressione e dei tassi, abbiano effetti anche in paesi come la Spagna e l’Itali dove gli effetti della politica monetaria si sentono pochissimo.

Allo stesso tempo si riconoscono gli sforzi compiuti dal nostro paese, la strada tracciata da Monti e ci si augura che si prosegua nella direzione dell’ex premier, evitando un ritorno alle elezioni.